REGIA: Pupi Avati
CAST: Renato Pozzetto, Stefania Sandrelli, Isabella Ragonese, Lino Musella, Fabrizio Gifuni, Chiara Caselli, Serena Grandi, Alessandro Haber, Gioele Dix, Nicola Nocella, (…).
GENERE: drammatico
DISTRIBUZIONE: Vision Distribution

Ciao a tutti voi amici visionari, che come me amate il cinema e le serie tv! Io sono Lauretta Buffa di visionair.fm e questo #visioselfie è dedicato a “Lei Mi Parla Ancora”, film di Pupi Avati disponibile su Sky Cinema e in streaming su Now Tv.
Il film, basato sul romanzo autobiografico di Giuseppe Sgarbi (sì: il padre di Vittorio ed Elisabetta Sgarbi) racconta la storia di una coppia e di un amore eterno… come solo certi amori riescono ad essere, scavalcando le barriere dello spazio e del tempo. Per 65 anni Nino ha amato la sua Rina e non può smettere nemmeno quando lei purtroppo se ne va. Nino e Rina continuano a parlarsi anche ora, anche se a porte chiuse per non farsi sentire dai domestici e dai figli… ed è proprio la figlia ad inventarsi un modo per permettergli di parlare ancora con lei: commissionare ad un ghostwriter un libro che permetta a Nino di ricordare la sua Rina.
“Lei Mi Parla Ancora” è uscito su Sky Cinema l’8 febbraio e al suo esordio ha sfiorato i 400 mila spettatori (367 mila, per essere precisi). Questi numeri lo hanno reso il miglior debutto per un film d’autore su Sky negli ultimi due anni, dietro al solo “Parasite” di Bong Joon-ho.
Cosa ne penso? Sicuramente è un film poetico e pieno di tenerezza che ti fa riflettere sull’amore che davvero è capace di rendere due persone “immortali”. Però c’è qualcosa che non gira a livello della sceneggiatura. Purtroppo la storia, ad un certo punto, si perde e la narrazione si fa confusa. Troppe parentesi aperte che non vengono chiuse, in particolare la storia del ghostwriter che, nella prima parte viene introdotta e approfondita, ma poi viene dimenticata.
A questo proposito, devo ringraziare un amico (Fabrizio) con il quale mi sono confrontata e che non ha condiviso il mio lapidario “du’ palle” e mi ha spinto ad indagare bene su cosa non mi aveva convinto e, soprattutto, su cosa mi aveva lasciato un senso di incompiutezza. Detto questo: cast azzeccatissimo. Bravi tutti ma Renato Pozzetto è veramente grandissimo: da Oscar. Vabbè… siamo in Italia, quindi, da David di Donatello (il premio, ovviamente!). Performance che conferma la regola che, quando un attore comico si cimenta in un film drammatico, mostra tutto il suo grande talento. Ebbene sì, signori: contrariamente a quello che si può pensare, è molto più difficile far ridere che far piangere. Una nota curiosa sugli attori: nel film recita una mia amica e vicina di casa di quando ero ragazzina, che interpreta una delle domestiche: che bella sorpresa: brava Stefania!

Seguimi su:
www.visionair.fm
Facebook: VISIONAIRLauraBuffa
YouTube: VISIONAIR – LauraBuffa
Instagram: visionair.fm
Twitter: @VISIONAIRLauraB

Author: VISIONAIR

Share This Post On
468 ad