Guarda la videorecensione

REGIA: Rawson Marshall Thurber
SCENEGGIATURA: Rawson Marshall Thurber
CAST: Gal Gadot, Dwayne Johnson, Ryan Reynolds, Chris Diamantopoulos, Ritu Arya, Ed Sheeran (…)
GENERE: azione, commedia, thriller
DISTRIBUZIONE: Netflix

Questo #visioselfie è dedicato al film “Red Notice”, disponibile su Netflix. Si tratta di un film d’azione , commedia con un pizzico di Indiana Jones e una spolverata di heist movie: ovvero film che parla di grosse rapine. Una ricetta che funziona o una ricetta fatale? Vediamo…
Tutto inizia con un favoloso e leggendario gioiello, anzi: un trittico di gioielli. Secondo la storia, Marco Antonio avrebbe regalato a Cleopatra tre uova d’oro con dei meravigliosi gioielli incastonati. Gioielli che sarebbero andati perduti, fino a quando un contadino nel 1907 avrebbe trovato due delle uova. L’azione poi si sposta ai giorni nostri con l’agente speciale John Hartley che viene incaricato di assistere l’agente dell’Interpol Das nelle indagini sul potenziale furto di una delle uova in esposizione a Castel Sant’Angelo a Roma…. Che poi, boh: Castel Sant’Angelo? Vabbè.
Si tratta del progetto più costoso realizzato da Netflix e si capisce il perché: dai grandi nomi del cast alle riprese effettuate sì ad Atlanta ma anche a Roma e in Sardegna… o almeno così recitano le informazioni disponibili sulla produzione perché, secondo me, le scene girate nella capitale e su una barca in Sardegna potrebbero essere anche state girate tranquillamente in studio o in una piscina di un teatro di posa qualunque.
In ogni caso, a fronte di un budget da circa 200 milioni di dollari, nel primo giorno di presenza sulla piattaforma “Red Notize” ha battuto il record di visualizzazioni. In effetti era un titolo molto atteso, sia per i protagonisti che per il soggetto che si preannunciava molto interessante.
Cosa ne penso? Purtroppo penso che le aspettative siano state tradite (almeno le mie). Forse è solo colpa delle aspettative troppo alte, ma a me pare un gran guazzabuglio, una ricetta con ottimi ingredienti ma uscita male: un mappazzone, come direbbe l’amatissimo chef Bruno Barbieri.
Purtroppo tutto sembra un mix prevedibile e poco originale: un po’ di questo, una spolverata di quello ma tutto rimane sulla superficie.
Ad un osservatore attento, non possono sfuggire le citazioni di altri film famosi, come il bunker sotterraneo che ricorda il capannone con i reperti top secret di Indiana Jones e la sottolineatura della colonna sonora del film fischiettata. Però vi consiglio di leggere bene il nome sulla barca, forse una ex scialuppa di salvataggio che usa il personaggio di Ryan Reynolds.
In sintesi? Un film decisamente dimenticabile. Un’occasione persa. Peccato.

Author: VISIONAIR

Share This Post On
468 ad