IDEATORE: Jim Mickle
SOGGETTO: dal fumetto “Sweet Tooth” di Jeff Lemire
CAST: Nonso Anozie, Christian Convery, Adeel Akhtar, Stefania LaVie Owen, Dania Ramirez, Aliza Vellani, Will Forte.
VOCE NARRANTE: James Brolin (Gino La Monica)
GENERE: fantascienza, drammatico
PUNTATE: 8

Ciao a tutti voi amici visionari, che come me amate il cinema e le serie tv! Io sono Lauretta Buffa di visionair.fm e questo #visioselfie è dedicato a “Sweet Tooth”, serie in 8 episodi disponibile su Netflix.
“Golosone” – questa la traduzione del titolo fa riferimento alla spiccata predilezione per i dolci del piccolo protagonista della serie, tratta dall’omonimo fumetto di Jeff Lemire.
Il racconto della serie si divide tra il presente dei protagonisti e il loro passato, raccontato con dei flashback che risalgono a dieci anni prima del tempo nel quale si svolge la storia. A quell’epoca, una pandemia nota come il Grande Crollo aveva quasi sterminato la razza umana. Allo stesso tempo avevano iniziato a nascere bambini ibridi: in parte umani e in parte animali. Gli esseri umani rimasti accusano questi bimbi di essere in relazione stretta con la pandemia e per questo danno loro la caccia e cercano di eliminarli. Dopo molti anni, vissuti nascosto in una foresta insieme a suo padre, un bambino per metà cervo, Gus, fa amicizia con un vagabondo di nome Jepperd e lo convince ad accompagnarlo alla ricerca della sua mamma.
Le riprese di questa serie, che annovera tra i produttori esecutivi Robert Downey Jr., sono iniziate nel settembre 2020 in Nuova Zelanda. Dal momento che il Paese era chiuso a causa della pandemia, il governo neozelandese  diede alla produzione un permesso speciale per entrare.
Cosa ne penso? Un sacco di cose. All’inizio, appena letta la sinossi sulla piattaforma, pensavo che fosse qualcosa di “già visto”, qualcosa per ragazzini, ma poi ho voluto comunque dare un’occhiata. Meno male che l’ho fatto! Fatelo che voi: non ve ne pentierete. Il Fumetto è stato pubblicato tra il 2009 e il 2012 ma richiama dannatamente l’attualità e quello che abbiamo vissuto durante la prima ondata del Covid con il lockdown. E’ impossibile non pensare a quello che succede e fare inevitabili parallelismi e riflessioni. E’ tutto così dannatamente profetico, in un certo senso. L’essere umano, in certe situazioni, tira fuori il peggio di sé ma qualcuno riesce invece a riaccendere la luce della speranza e dare il meglio di sé, a volte fino alle estreme conseguenze. La serie è ben scritta e gli attori sono bravissimi. La storia è coinvolgente e ti tocca a tal punto che ti vedresti tutti gli episodi in un sol boccone. Quando poi arrivi alla fine dell’ottavo episodio, ti arrabbi perché vorresti vedere come continua la storia… e io spero proprio di vedere una seconda stagione. Straconsigliata!

Seguimi su:
www.visionair.fm
Facebook: VISIONAIRLauraBuffa
YouTube: VISIONAIR – LauraBuffa
Instagram: visionair.fm
Twitter: @VISIONAIRLauraB

Author: VISIONAIR

Share This Post On
468 ad