“The Good Place” su Netflix è una serie tv in quattro stagioni che si può ben descrivere come una commedia fantasy, dove con “fantasy” si intende ambientata in un luogo di fantasia. Al centro del racconto, infatti, c’è Eleanor che muore e finisce in un posto nell’aldilà riservato alle persone che hanno vissuto una vita “buona” e che hanno fatto del bene. Il problema però è che lei sa di aver condotto un’esistenza tutt’altro che “buona”. La sua presenza nel distretto riservato alle brave persone inizia a causare dei malfunzionamenti e lei decide di imparare a diventare meno egoista e più aperta al prossimo chiedendo aiuto a Chidi, insegnante di filosofia morale che le è stato assegnato anima gemella. Durante il suo soggiorno al distretto della “parte buona”, Eleanor fa amicizia con altri due personaggi: la filantropa Tahani e il monaco buddista Jjanyu che ha fatto voto di silenzio. Ma… non tutto è come sembra!
La serie vede il grande ritorno dell’ex Veronica Mars, Kristen Bell, nel ruolo della protagonista Eleanor Shellstrop insieme a Ted Danson nei panni di Michael.
Un’ultima nota: la serie è composta da quattro stagioni ma, nel momento in cui scrivo questa recensione, su Netflix sono disponibili sono le prime tre. Manca il quarto ed ultimo ciclo di episodi.
Cosa ne penso? Travolgente! Da binge watching. Anche se, in qualche puntata, si ha la sensazione che si siano terminate le situazioni e si raschi sul fondo del barile dell’assurdo per proseguire… ma chissenefrega! Vale tutto e vorrei che le puntate non finissero mai!

 

Seguimi su:
www.visionair.fm
www.facebook.com/VISIONAIRLauraBuffa
YouTube: VISIONAIRLauraBuffa
Twitter: @VISIONAIRLauraB
Instagram: visionair.fm

Author: VISIONAIR

Share This Post On
468 ad