IDEATORE: Carlo Verdone, Nicola Guaglianone, Menotti
REGIA: Carlo Verdone, Arnaldo Cantinari
SCENEGGIATURA: Carlo Verdone, Nicola Guaglianone, Menotti, Pasquale Plastino, Ciro Zecca, Luca Mastrogiovanni
CAST: Carlo Verdone, Max Tortora, Monica Guerritore, Anita Caprioli, Filippo Contri, Antonio Bannò, Caterina De Angelis, Stefano Ambrogi, Andrea Pennacchi, Alessandro Haber, Maria Paiato, Claudia Potenza, Giada Benedetti.
GENERE: commedia, biografico
PUNTATE: 10

Questo #visioselfie è dedicato alla serie tv “Vita da Carlo”, disponibile su Amazon Prime Video. Come è facile intuire si tratta di uno sguardo, in dieci puntate, ad un momento preciso della vita dell’amatissimo attore e regista Carlo Verdone, che scrive, dirige e interpreta la serie, insieme ad altri attori, registi e sceneggiatori.
Tutto prende il via dalla riflessione di quanto l’immagine pubblica del protagonista, visto come uomo generoso e sempre disponibile, porti poi a pagare pegno – in un certo senso – nella vita privata. Dal punto di vista della narrazione, le vicende raccontate ruotano attorno alla candidatura di Verdone a sindaco di Roma. Pare che questo non sia solo una pura invenzione narrativa ma che abbia davvero ricevuto questa proposta.
Cosa ne penso? Innanzitutto noto che questa produzione viene descritta come una commedia e anche un’autobiografia. Io mi permetto di correggere e aggiungere alla descrizione “commedia dolce amara con uno spunto biografico poi romanzato”. Le puntate corrono veloci tra spunti tratti dalla vita reale di Verdone e personaggi e fatti inventati, o meglio: romanzati. Ho visto 10 puntate in due giorni e, se avessi potuto, avrei guardato tutta la serie di fila. Vi ho trovato autoironia, un sorriso dolceamaro e anche un senso di ricerca… quasi come se Verdone facesse il punto della propria vita e lo facesse chiedendo al suo pubblico “Ma io adesso, cosa dovrei fare?”, che un po’ è la domanda che tutti ci facciamo quando rimaniamo soli soletti nell’intimità di casa nostra e riflettiamo su quanto abbiamo fatto o non fatto nella nostra vita fino a questo momento. Insomma: tempo di bilanci e di bilanci riusciti. Personalmente ci sento una voglia di cercare evoluzione e agganci nel presente. In una puntata viene nominato Sorrentino e io, ogni tanto, ho avvertito una punta di “sorrentinismo verdonato” (passatemi l’espressione). Mi riferisco in particolare ad una scena in cui Verdone incontra una statua della Madonna illuminata da un neon. L’iconografia della scena mi ha ricordato la serie “The Young Pope” ma Verdone l’ha fatta sua e del suo personaggio, facendomi sorridere parecchio. Ecco: non aspettatevi di sganasciarvi dalle risate ma di sorridere parecchio e con soddisfazione.

Seguimi su:
www.visionair.fm
Facebook: VISIONAIRLauraBuffa
YouTube: VISIONAIR – LauraBuffa
Instagram: visionair.fm
Twitter: @VISIONAIRLauraB

Author: VISIONAIR

Share This Post On
468 ad