Guarda la videorecensione

SOGGETTO: Brian K. Vaughan, Pia Guerra (fumetto)
SCENEGGITURA: Eliza Clark
CAST: Diane Lane, Ashley Romans, Ben Schnetzer, Olivia Thirby, Juliana Canfield, Amber Tamblyn (…)
GENERE: drammatico, post apocalittico
PUNTATE: 8

Questo #visioselfie è dedicato a “Y: L’Ultimo Uomo”, serie in 8 episodi disponibile su Disney+. Si tratta di una serie ambientata in un futuro prossimo ma sconvolto da un misterioso cataclisma che uccide tutti i mammiferi (esseri umani compresi) con il cromosoma Y, quindi tutti gli uomini, tranne un ragazzo che – guarda caso – è figlio di un membro del Congresso degli Stati Uniti che poi diventa Presidente e la sua scimmietta domestica. La serie è tratta da un fumetto molto conosciuto dagli amanti del genere.
Gli episodi durano un’ora circa e la narrazione è corale, ovvero segue le vicende di un gruppo di persone. Il ritmo, flashback compresi, è decisamente lento. Troppo lento. Senza contare che, a volte, si potrebbe anche non indugiare sui corpi in decomposizione ma, vabbè, questa è la mia sensibilità personale.
Cosa ne penso? “Y: L’Ultimo Uomo” è una promessa interessante che però non viene mantenuta. Il sapore è quello del deja-vù con l’aggravante dell’aver portato in scena un protagonista maschile che è un fastidioso bimbomink** rimbambito. E’ un essere piagnucoloso che mette a rischio tutti per andare a cercare una che lo ha chiaramente scaricato: un mentecatto egoista. È un protagonista che ti fa pensare: “Ma che si estingua pure!”. Il risvolto positivo della serie avrebbe potuto essere il punto di vista femminile della gestione della situazione ma, anche da questo punto di vista, “niente da dichiarare”, tutto nella norma del già visto.

Seguimi su:
www.visionair.fm
Facebook: VISIONAIRLauraBuffa
YouTube: VISIONAIR – LauraBuffa
Instagram: visionair.fm
Twitter: @VISIONAIRLauraB


Author: VISIONAIR

Share This Post On
468 ad