Aquaman: iniziate le riprese.
Un thriller per Brian De Palma.
Brad Pitt: non bevo più.
Lavoratori dello spettacolo: poveri e precari.

Sono iniziate le riprese di “Aquaman”, il film dedicato al supereroe di casa DC Comics e targato Warner Bros. Lo ha annunciato su twitter il regista James Wan. Il protagonista – lo ricordiamo – avrà il volto e il corpo di Jason Momoa. Per chi non conoscesse il personaggio, si tratta del re del regno sottomarino di Atlantide, in grado di nuotare a grandissima velocità, di parlare con le altre creature del mare e, soprattutto di manipolare l’acqua. Nel cast anche: Amber Heard, Nicole Kidman, Willem Dafoe, Dolph Lundgren e Patrick Wilson.

Rimaniamo in tema di nuovi progetti con Brian De Palma che, produttori permettendo, potrebbe iniziare a girare in estate un thriller che si intitolerà “Domino”. Protagonisti: Nicolaj Coster-Waldau e Christina Hendricks. Entrambi gli attori si sono fatti conoscere e amare dal grande pubblico in due famosissime serie tv: il primo è Jamie Lannister di “Trono di Spade” e la seconda è tra i protagonisti di “Mad Men”. “Domino” verrà presentato al Marché del Festival di Cannes.

Passiamo al gossip con Brad Pitt che, in un’intervista a GQ Style ha dichiarato: “Sono sei mesi che non tocco alcol”. Per la prima volta dopo la brusca separazione da Angelina Jolie, Pitt ha parlato della sua vita privata e della sua dipendenza. L’attore ha raccontato: “Non riesco a ricordare un giorno da quando sono uscito dal college senza alcolici, senza una canna o altro. Ho dato un taglio a tutto tranne all’alcol quando ho messo su famiglia ma poi l’anno scorso… (riferendosi alla separazione), bevevo troppo, era diventato un problema”. L’attore ha spiegato che ora ha sostituto l’alcol con succo di mirtilli rossi e acqua frizzante.

Chiudiamo con “Vita da Artisti”, una ricerca sui lavoratori dello spettacolo dal vivo realizzata da Fondazione Di Vittorio. In Italia sono giovani (il 71% ha meno di 45 anni), poco pagati (la media di retribuzione annuale è di poco più di 5000 euro), precari (l’80% ha contratti temporanei) e poco tutelati: solo il 17% è iscritto a associazioni sindacali.

Seguimi su:
www.visionair.fm
www.youtube.com/user/VISIONAIRLauraBuffa
www.facebook.com/VISIONAIRLauraBuffa
+VISIONAIR- Laura Buffa
@VISIONAIRLauraB

Author: VISIONAIR

Share This Post On
468 ad