Il Monte Carlo Film Festival de la Comédie.
James Franco, Why Him?
Leonardo Di Caprio in 24 ruoli.
Problemi per Michael Gambon.
Guai col fisco per Robert De Niro.

Benvenuti all’appuntamento con le VISIONews, le notizie dal mondo del cinema a cura di VISIONAIR.

Apriamo questa edizione con i premi assegnati al Monte – Carlo Film Festival de la Comédie. Il riconoscimento al miglior film è andato a “Carmina y Amén”, commedia spagnola firmata da Paco León. Il premio per la migliore regia va a Peter Chelsom, per “Hector and the Search for Happiness”. Migliori attori: Héctor Noguera e Néstor Guzzini per “Mr. Kaplan”, di Álvaro Brechner. Migliore attrice: Carmina Barrios, per “Carmina y Amén”. Menzione speciale per la sceneggiatura a “Monument to Michael Jackson”, di Darko Lungulov.

Per quanto riguarda la pagina dei nuovi progetti, James Franco è in trattative per interpretare la commedia “Why Him?”, prodotta da Shawn Levy e Ben Stiller. Il film sarà diretto da John Hamburg. La storia racconta di un padre che per Natale porta la famiglia a visitare la figlia all’università di Stanford ed entra in competizione con il suo ragazzo, un giovane diventato miliardario grazie a internet.

Mentre Leonardo Di Caprio affronterà il ruolo che ha inseguito per tutta la sua vita. Sarà Billy Madigan in “The Crowded Room”, storia di un uomo affetto da ben ventiquattro differenti personalità. Una parte che l’attore aveva adocchiato da ben vent’anni, e che adesso finalmente potrà portare sul grande schermo. Il film si ispira ad una storia vera. La sua disfunzione divenne un caso quando l’uomo venne dichiarato non colpevole del rapimento e stupro di tre donne per infermità mentale.

Ed è un problema alla memoria quello che affligge Michael Gambon. Maggie Smith ha rivelato al Daily Telegraph che, durante le riprese della saga di Harry Potter Gambon “dimenticava sempre le battute”. L’attore – lo ricordiamo – interpretava il preside Albus Silente. Proprio in questi giorni Gambon ha annunciato che non reciterà più a teatro perché teme che i problemi di memoria gli possano giocare brutti scherzi.

Non è stato un problema di memoria ma una svista quella che ha messo nei guai con il fisco Robert De Niro per il mancato pagamento di 6milioni e 400mila dollari. L’attore però ha subito provveduto a versare il dovuto. Il suo portavoce ha reso noto che si tratta di un versamento che è stato notificato ad un vecchio indirizzo e, per questo, è passato inosservato.

Per il momento è tutto da Laura Buffa… ma se volete rimanere sempre aggiornati sulle novità dal mondo del cinema, venite a trovarmi sul sito www.visionair.fm. A presto e… buon cinema a tutti!

Seguimi su:
www.visionair.fm
www.youtube.com/user/VISIONAIRLauraBuffa
www.facebook.com/VISIONAIRLauraBuffa
+VISIONAIR- Laura Buffa
@VISIONAIRLauraB

Author: VISIONAIR

Share This Post On
468 ad