Si è aperta la 76° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. Pronti, via: si parte con le polemiche. Il direttore, Alberto Barbera, è stato molto criticato per aver selezionato solo due film diretti da donne. Questa scelta è stata criticata anche dalla presidentessa della giuria, Lucrecia Martel, durante la conferenza stampa. La stessa Martel ha fatto sapere che non sarà presente alla cena di gala di Roman Polanski, in concorso con il suo nuovo film “L’Ufficiale e La Spia” (“J’Accuse”), per non doversi alzare ad applaudire in quanto non riesce a separare l’uomo dall’opera. La regista argentina si riferisce alla vicenda che lo vide indagato per abuso su una donna che, all’epoca dei fatti contestati, era minorenne.

Cambiamo registro e parliamo di frivolezze, perché un cappello da guappo è il gadget più ricercato del Lido. E’ legato al film “5 è Il Numero Perfetto” di Igort, unico italiano in concorso alle Giornate degli Autori, in programma il 29 agosto (giorno che coincide con la sua uscita in sala). Più di mille i cappelli ispirati a quello disegnato e realizzato dalla costumista del film, Nicoletta Taranta, indossato da Peppino Lo Cicero (Toni Servillo) che saranno regalati ai fan. Tra i gadget creati per l’occasione dalla Sardegna Film Commission, anche la t-shirt del film, la shopper, e i dolci sardi Papassinas.

 

Seguimi su:
www.facebook.com/VISIONAIRLauraBuffa
@VISIONAIRLauraB
Instagram – visionair.fm

Author: VISIONAIR

Share This Post On
468 ad